La Storia della Radio - Le Radio di Sophie

Storia, documenti, curiosità

 

  Radiofonia Rurale

Articolo apparso sul numero 13 del 1935 della rivista divulgativa Sapere. L'articolo tratta l'argomento non dal punto di vista tecnico, ma da quello sociale e di propaganda politica di regime.
Per quanto possa sembrare sorprendente, nel 1935 l'Italia era già in grado di avviare un servizio di trasmissioni radiotelevisive basato su una tecnologia matura, ossia su sistemi di ripresa e di riproduzione domestica completamente elettronici.  Questi due articoli tratti da Sapere ne sono testimonianza.

Come funziona la radiotelevisione

Televisione sistema Marconi 

Due immagini pubblicitarie della ditta SAFAR, che in quel periodo produceva apparecchi televisivi:

Safar 1935 (grazie a Paolo)
Safar 1938
  Sapere, n. 64 del 1937

Numero interamente dedicato a Guglielmo Marconi in occasione della sua scomparsa. Articoli di Giuseppe Pession, Luigi Solari e altri testimoni della vita e delle opere dell'inventore. Numerose foto celebrative.

Sapere, numero dedicato a Marconi 
  La breve Primavera delle Radio

Nella primavera del 1976 un buco legislativo, seguito da una sentenza della Corte Costituzionale, creò in Italia una situazione inedita: per la prima volta in un paese europeo chiunque poteva installare una stazione radio e trasmettere liberamente in FM in ambito "locale". Nel giro di pochi mesi sorsero centinaia di emittenti dislocate su tutto il territorio, e principalmente nelle grandi città. Alcune resistono ancora, altre durarono pochi mesi e poi si scontrarono con i costi di gestione o con i ricatti degli affaristi... Questo articolo apparso su Epoca nel marzo del 1976 fa il punto sul fenomeno emergente:

La mia antenna è più libera

(pdf, 9 pagine, 12MB)
 

La prima trasmissione Radio dallo Spazio

Nell'ottobre 1957 l'Unione Sovietica apre l'era spaziale col lancio del primo satellite artificiale, il famoso Sputnik. La notizia fece scalpore e destò un enorme interesse anche per i radioamatori, che cercavano di captare il "bip-bip" dei trasmettitori di bordo, apparecchi a valvole che trasmettevano sulle bande delle onde corte.
La descrizione tecnica del satellite si può trovare nel numero di luglio 2016 de La Scala Parlante (A. Fautilli).
Qui riproduciamo l'articolo apparso in quei giorni sul settimanale Epoca.

La Luna costruita dall'Uomo 

1968, Mina e l'AutoradioRaduno d'estate
Cinquant'anni fa l'autoradio era roba per ricchi. Solo il 10% delle auto ne montava una (e bisognava stare molto attenti a non farsela rubare). Tra l'altro si pagava un supplemento sulla tassa di circolazione. Per renderla più popolare dal 1966 l'ACI organizzò con la RAI una specie di caccia al tesoro alla quale potevano partecipare tutti gli automobilisti dotati di autoradio. La radio impartiva le istruzioni sotto forma di quiz, indovinelli, motivi da riconoscere o luoghi da raggiungere, che venivano trasmessi a ore stabilite dalle due reti Rai. Ovviamente c'erano sponsor e premi. L'iniziativa ebbe un enorme successo, tanto che nell'edizione del 1968 (tre domeniche di luglio) la voce che impartiva gli ordini fu quella di Mina, alla quale fu anche affidata la sigla della trasmissione, la cover di una bella canzone brasiliana che parla anche di strade... (L.M.)
  Sfogliando l'Almanacco Italiano, annuario edito da Bemporad dalla fine dell'800 fino a dopo la guerra, non si può non trovare qualche riferimento alla storia della Radio. Naturalmente durante il ventennio fascista questi riferimenti sono trionfalistici e esaltano il genio italico di Marconi. Questo articolo dell'ing. Alessandro Banfi fa il punto sulla situazione, all'inizio del decennio che porterà le avventure coloniali, la nascita dell'Impero e purtroppo sfocerà in tragedia. Ci sono alcuni spunti interessanti, per esempio l'uso delle onde corte per conversazioni telefoniche private (Sardegna-Italia continentale) e il telefax.

Guglielmo Marconi e i progressi delle radiocomunicazioni
  Il contributo dato dalla R. Marina allo sviluppo della Radiotelegrafia
di Ernesto Simion, Roma 1927

1927: a distanza di circa 30 anni dai primi esperimenti di Marconi, la Radio ha ormai conquistato una posizione stabile tra le tecnologie d'avanguardia, e costituisce ormai un in sostituibile strumento per la comunicazione in mare. In questo libretto di circa 100 pagine viene ripercorsa la storia affascinante di quei primi anni, con foto, mappe, dati tecnici di trasmettitori e ricevitori. Lo mettiamo volentieri in condivisione.

Prima parte (28 pagine, 3,5MB)
Seconda parte (26 pagine, 4MB)
Terza parte (28 pagine, 4MB)
Ultima parte (34 pagine, 6MB)
Da Epoca, ottobre 1973

Come inventai il microsolco

Il primo microsolco a lunga durata (long playng) fu messo in commercio nel 1948. L'inventore, Peter Goldmark, racconta: "Una sera, ascoltando un concerto di Brahms inciso su alcuni "78 giri" fui costretto undici volte a cambiare facciata troncando la mia estasi: allora decisi che doveva pur esserci un modo per registrare tutta una sinfonia su un solo disco..."
In questa lunga intervista Goldmark racconta di questa rivoluzione e dei suoi aspetti commerciali che diedero vita a una vera e propria battaglia degli standard.
Dall'Almanacco Italiano 1932

Panorama delle stazioni radiofoniche italiane

Una rassegna curata da Alessandro Banfi


...
  Notizie Rai
mensile per i commercianti radio tv
n. 5/1961

Un fascicolo molto interessante per la storia della radiotelevisione italiana. Sfogliandolo si trova tutta la RAI del bei tempi, quando era rivolta allo sviluppo tecnico, alla soddisfazione delle esigenze del pubblico, alla creazione di servizi utili e professionali.
Si parla di Secondo Canale, di satelliti, di FM, di Filodiffusione...
Notare le pagine dedicate a Campanile sera, il prototipo di tutte le trasmissioni "in piazza" che arriveranno in seguito. 
Il Genio difficile
Un piacevole articolo sulla vita sentimentale di Guglielmo Marconi, pubblicato da Epoca il 21 aprile del 1974 (in occasione del centenario della nascita).
La Radio N. 72-1934

Il settimanale La Radio venne pubblicato per tutti gli anni '30, destinato agli hobbisti  e alle famiglie. I primi numeri contenevano l'inserto con tutti i programmi radio nazionali ed esteri. In seguito questo compito fu lasciato in esclusiva al Radiocorriere. Vi offriamo un numero del '34, nel quale l'appassionato trovava progetti semplici e complessi dal nome altisonante, oltre a suggerimenti e notizie dal mondo della Radio.

 

Invito alla Modulazione di Frequenza

Nei primi anni '50 i negozi di radiofonia distribuivano questo opuscolo propagandistico, che spiega i vantaggi e la necessità della rete a Modulazione di Frequenza in Italia  
Le Scale Parlanti.

Una breve storia dell'evoluzione di uno degli elementi estetici più caratteristici e delicati della radio d'epoca.
La signora Rina Brion, rimasta vedova troppo giovane, dalla fine degli anni '60 prese in mano le redini della Brionvega fondata insieme al marito, portandola agli apici di qualità e di design italiano che tutti conosciamo e rimpiangiamo.

Eccola in un'intervista rilasciata al settimanale "Epoca" nel novembre 1972:

Rina Brion Alta Fedeltà
La riproduzione della voce
Articolo apparso su La Storia Illustrata, marzo 1969. Breve cronologia degli avvenimenti legati alla registrazione sonora. Dalle prime dimostrazioni di Edison (quando gli Accademici di Francia lo presero per un abile ventriloquo) fino al nastro magnetico.

Salviamo l'Elettra
Accorato appello del giornalista Gianfranco Fagiuoli in un servizio apparso su Epoca il 7 settembre 1969.
Tutta la storia della nave si può trovare qui
Un interessante articolo dell'Enciclopedia Italiana, Appendice III (1961) fa il punto dettagliato sulla situazione della Radiodiffusione in Italia, a quarant'anni dall'inizio delle trasmissioni. Può essere utile confrontarlo con la situazione attuale, altri cinquant'anni dopo...
(leggi l'articolo)
The "P.W."
Crystal Experimenter's Handbook

Manuale americano del 1925, un utile vademecum per il costruttore di apparecchi a cristallo, galena ecc. (pdf, 36 pagine)


Questo stesso manuale si trova su vari siti internet, tra cui l'interessante Early Wireless
In occasione dei 70 anni dalla morte del grande inventore, la Rai ha dedicato due puntate della trasmissione Passioni (in onda su Radio3 il sabato e la domenica mattina) a Nikola Tesla, intitolandole L'uomo che inventò il 20° Secolo. Interviene tra gli altri il nostro Carlo Bramanti, autore di un bel libro su Tesla.

Abbiamo scaricato per voi i podcast delle due trasmissioni (file audio mp3):

1 puntata (5 gennaio 2013)
2 puntata (6 gennaio 2013)
Un documento tratto dal Radio Orario del 1927:

La Radio alla Fiera di Milano

Un'occasione per vedere la situazione dell'industria italiana della Radio a pochi anni dall'inizio delle trasmissioni ufficiali.


(pdf, 23 pagine, 5.5MB)
Un'interessante intervista del 1961 di Radio Industria a Raoul Chiodelli, uno dei padri della radiodiffusione in Italia, direttore dellURI e consigliere delegato dell'Eiar fino al 1943.
Come è nata la radio in Italia

 (pdf, 8 pagine, 1MB)
Nel 1962 il glorioso panfilo Elettra appartenuto a Marconi era ridotto a un relitto semiaffondato. Epoca volle onorarne la memoria con un bel servizio fotografico e con interviste originali ai protagonisti delle imprese che hanno fatto la storia della Radio.

La nave del Mago

(pdf, 8 pagine, 4MB)
Negli anni '60 e '70 i settimanali pubblicavano spesso dei corposi inserti pubblicitari che venivano chiamati Informazioni Industriali. Con l'aspetto di comuni articoli giornalistici, avevano il compito di incensare e promuovere una particolare realtà industriale. Ovviamente erano a pagamento.
Questo, su Epoca del 1967, illustra le vicende e i successi di Dario Prandoni, l'industriale di Treviglio creatore dei marchi Trans-Continents, Nuclear, Prandoni...

Prandoni-1967

(pdf, 3 pagine, 1,5MB)
Nel 1941, in corrispondenza col decennale dell'inizio dell'attività dell'Azienda, la Geloso pubblicò questo volume celebrativo riccamente illustrato. Non mancano numerosi richiami allo sforzo autarchico imposto in quegli anni dal regime.

Rassegna delle attività nel decennale della fondazione

(pdf, 41 pagine, 8MB)
L'aquilone captò la storica 'S'

Su un vecchio numero del settimanale Epoca la rievocazione dello storico primo collegamento radio transatlantico del 1901.
(pdf, 2 pagine, 1MB)
38 cent. l'ora il prezzo della Radio

Un articolo di Epoca del 1952 fa il punto sulla diffusione della Radio in Italia e in Europa. Al Sud la diffusione è ancora sotto i 50 apparecchi per 1000 abitanti...
(pdf, 5 pagine, 2,7MB)
XI Mostra Nazionale della Radio
Tre pagine tratte dalla rivista La Scienza per Tutti del 1939 illustrano le numerose novità apparse all'XI Mostra della Radio.
(pdf, 3MB)
La nascita di un disco

Un inserto della rivista Visto dei primi anni '60, per la collana L'enciclopedia del Meraviglioso, illustra il percorso della registrazione e stampa dei dischi fonografici normali e microsolco.

(pdf, 8 pagine, 2.8MB)
Come la Radio salvò la Torre Eiffel

Una pagina de La Scienza Per Tutti del giugno 1916 racconta la storia della più potente stazione trasmittente francese, e della sua funzione nel dissuadere il Governo da smantellare la Tour, come era stato previsto alla sua costruzione.

(pdf, 1 pagina, 972kB)
Guglielmo Marconi e le Radiocomunicazioni
Articolo illustrato apparso sul n. 11/1935 della rivista Le Vie d'Italia, organo del Touring Club Italiano.
Celebrazione un po' enfatica del grande uomo (ancora in attività) e alcune belle foto, tra cui quella qui a fianco del panfilo Elettra.

(pdf, 13 pagine, 2,5MB)
E.H. Lewis
The ABC of vacuum tubes for radio reception 
Volumetto del 1922 dedicato ai radio-amatori americani, ai primordi dell'era del broadcasting. Scansione di G. Tusini

(116 pagine, pdf 3.08MB)
E. Gnesutta
Radio Comunicazioni
(117 pagine, pdf 3,8MB)

Manuale Hoepli di 218 pagine del 1924 rivolto al dilettante di radiocomunicazioni.
Scansione a pagina doppia di G. Tusini

Nel 1949 la neonata RAI avviò una speciale campagna di abbonamenti alle radioaudizioni, con relativo concorso Radioinvito, il precursore del Radiotelefortuna. Venne distribuito alle famiglie un opuscolo con una lettera di accompagnamento. Presentiamo qui la scansione completa del libretto, realizzata da Maurizio Nicolussi.

Invito alla Radio

(104 pagine, pdf, 27.2MB)

 

(è consigliabile scaricare il file sul proprio computer prima di aprirlo: cliccare col tasto destro e scegliere salva con nome...)

Questa è la prima pubblicazione a larga tiratura apparsa in Italia sul Telegrafo senza fili (sistema Marconi). Il libretto, originariamente di 44 pagine con varie illustrazioni, è qui riportato in una scannerizzazione OCR effettuata da Carlo Bramanti. Tutte le illustrazioni originali e le due copertine sono riportate tali e quali.

Angelo Banti

Il Telegrafo Senza Fili

Roma - Gli Editori dell'Elettricista - 1897

(pdf, 30 pagine, 900kB)

Due interessanti articoli apparsi sulla rivista Quattro, voce storica-culturale della zona Vittoria Forlanini  di Milano, uno dedicato alla Geloso, l'altro alla Lesa

Le esperienze di Telegrafia senza fili eseguite nell'alto Tirreno negli anni 1901-1902. A parte sono riprodotti gli schemi e la descrizione delle apparecchiature utilizzate (Scansioni di G. Tusini)

 

John Geloso

A quarant'anni dalla scomparsa (1968), il nome di John Geloso e della sua azienda restano legati a uno dei migliori periodi dell'industria e dell'imprenditoria italiana. Pubblichiamo la biografia celebrativa apparsa sul Bollettino Tecnico Geloso n. 108-109.

(pdf, 16 pagine, 2MB)

L'Arma Segreta di Marconi

Un articolo apparso su Historia (n.172, 1972) fa rivivere il mito, mai completamente spento, di un fantomatico raggio della morte che avrebbe potuto rovesciare le sorti della guerra se Marconi fosse vissuto abbastanza per completarlo. L'articolo è corredato da alcune belle foto.

(pdf, 12 pagine, 2,5MB)

Costruire un Theremin

Pochi anni dopo la sua invenzione, il Theremin veniva presentato ai lettori della Rivista della Radio. Ecco l'articolo descrittivo apparso sul numero 5 del 1933. Scansione effettuata da Giuseppe Tusini

(pdf, 3 pagine, 350kB)

Storia della Televisione

Nel dicembre 1975 la rivista "Selezione di Tecnica Radio TV" pubblicò un corposo articolo, molto ben documentato e illustrato, sulla storia dei primi cinquant'anni della tecnica televisiva, dal disco rotante fino al CCD. L'autore, l'allora giovanissimo Domenico (Dom) Serafini, vive in America ed è tuttora un affermato editore e giornalista, direttore tra l'altro della rivista VideoAge.

(pdf, 58 pagine, 7.7MB)

(Riproduzione effettuata con il consenso dell'Autore)

 

Il Terzo Programma e la Modulazione di Frequenza

Agli albori delle trasmissioni FM in Italia, la rivista "Scienza Illustrata" pubblicava questo articolo di Renzo Manganelli in cui veniva spiegata la tecnica e venivano dati alcuni consigli per la ricezione.

"La Scienza Illustrata", n. 1 1951

(6 pagine, pdf, 230kB)

Automobili per la Telegrafia senza fili del sistema Marconi

Breve paragrafo tratto dal manuale Hoepli "L'automobilista e Costruttore di automobili", quinta edizione, 1918

La versione completa di questo manuale è disponibile in forma digitale presso PetitesOndes.net

Modulazione di Frequenza

Opuscolo introduttivo che spiega la tecnica ed i vantaggi delle trasmissioni FM. Distribuito gratuitamente dalla Allocchio Bacchini nei primi anni '50. (24 pagine, pdf)

Originale gentilmente fornito da Maurizio Nicolussi

Introduzione alle applicazioni tecniche di radiotecnica

Estratto da: " Applicazioni tecniche - volume terzo di Dante Mazzei " 1966

Scansione effettuata da Stefano Rubessi

Metodo Pratico per la Costruzione di una Radio ad uso familiare

Di Mario Agnesi - Lucca 1947

Due opuscoli di 20 pagine in tutto che spiegano come costruire due piccole radio: Eterodina 48 per i principianti e Eterodina 50 (per i più esperti) durante il duro periodo della ricostruzione postbellica. Venivano spediti per posta alle famiglie. Le copertine anteriore e posteriore facevano da busta. (pdf)

Scansione gentilmente fornita da Giuseppe Tusini

LE RADIOCARTOLINE

Da "Selezione di Radio e TV", gennaio 1970

Un articolo su queste originali radio a cristallo, tanto sottili da poter essere spedite come cartoline. 8 pagine, pdf.

 

LA TELEVISIONE PER TUTTI

Radio 1BW G.&B. Fracarro

Come costruire un televisore meccanico a disco di Nipkow per ricevere la televisione di Londra e di Berlino (dicembre 1930). Circa 90 pagine, pdf.

(Da fotocopie gentilmente fornite da N.Lombardoni)

 

APPARECCHI RADIOFONICI A CRISTALLO

G. Mecozzi

Opuscolo della serie "La biblioteca del Popolo", edito da Sonzogno nei primi anni '30. Teoria e pratica della ricezione radio a galena, con numerose illustrazioni e schemi. Circa 60 pagine (pdf)

(Scansione gentilmente fornita da Antonio Brogioli)

Guglielmo Marconi

"E la telegrafia senza fili"

Opuscolo della serie "La biblioteca del Popolo", edito da Sonzogno. Pubblicato nel 1938 in seguito alla morte di Marconi (Luglio '37). Biografia un po' "esaltata" secondo la moda e le direttive del tempo, in circa 60 pagine (pdf)

Novembre 1954: Cinquant'anni fa venne commercializzata negli Stati Uniti la prima radio a transistor. E' l'inizio di una rivoluzione tecnologica, culturale, sociale. Ecco una breve storia della nascita del "transistor"

Gennaio 1927: nasce la Radiotelefonia Transatlantica. Gli uomini d'affari inglesi e americani possono conversare tra loro al telefono grazie al primo ponte radio telefonico ad onde corte. A quali costi? Con quale privacy? Ecco tre curiosi articoli apparsi sul "Radio Orario".

Il 12 dicembre 1901 Marconi effettuava la prima trasmissione transatlantica. Ecco i primi articoli apparsi su Nature, riprodotti dagli originali.

Come ottenere ottime radioaudizioni: opuscolo illustrato di 24 pagine che spiega come realizzare un impianto domestico. Supplemento alla rivista "Condensatori", Ducati Radio Brevetti - Bologna 1937

Anton F. Philips

Anton F. Philips: a 50 anni dalla scomparsa un breve articolo apparso su "L'Antenna", ottobre 1951

La Radio in Casa: breve storia della radio in Italia. Un opuscolo illustrato da leggere on-line o da scaricare (in versione PDF)

Elementi di Telegrafia Senza Filo ad uso del dilettante. Opuscolo del 1917 che illustra in 60 pagine le tecniche e gli strumenti usati agli albori della radiotelegrafia: scintille, coherer, rocchetti di Ruhmkorff... Buona lettura!

Torna alla Pagina Principale