Segnalazioni - Le Radio di Sophie - Recensioni

 Le nostre segnalazioni

Libri, CD, altre iniziative che riteniamo interessanti (a cura di L.M.)

------------------------

"Georges Lakhovsky"

Corpo, Spirito, Onde

di Carlo Bramanti

Sandit 2013

Una simpatica e interessante rassegna di personaggi, teorie, vicende legate all'utilizzo non convenzionale della Radio e delle tecnologie elettriche e magnetiche. A Lakhovsky, inventore di origini russe, si devono le teorie sull'Universione e su particolari proprietà delle onde elettriche, capaci anche di guarire i tumori. Ma la prima metà del '900 è un periodo ricco di inventori, guaritori, rabdomanti e scienziati alternativi, rifiutati a torto o a ragione dalla scienza ufficiale.

Secondo l'Autore, tra i mille casi di abili truffatori capaci di vendere agli eserciti fantomatici "raggi della morte", vi sono alcuni sporadici personaggi veramente dotati di "poteri" o qualità difficili da spiegare, e sui quali sarebbe il caso di indagare con serietà e con mente aperta.

Una lettura piacevole, scorrevole e ben documentata. Peccato che la redazione e l'impaginazione non siano curate quanto meriterebbero.

116 pagine, brossura, cm 17x24, € 12,90. Ordinabile presso l'editore Sandit 

 

"Storie Industriali"

Passato e presente nel sud est di Milano

A cura di Stefania Aleni, Vito Redaelli

Associazione culturale QUATTRO, Milano 10/2010

 

L'attuale "Zona 4" di Milano è stata teatro nel '900 di uno sviluppo misto, urbano, industriale e artigianale che ne ha connotato la struttura e l'edilizia. Gli autori ci portano a fare una passeggiata ideale per questo immenso quartiere, indicandoci i luoghi e raccontandoci le storie e i nomi a essi legate, come Caproni, Ferrania, Geloso, Lesa, Plasmon, Lagomarsino e tanti altri. Ognuno di questi nomi è stata un'industria con centinaia o migliaia di dipendenti, con una o più sedi produttive nel territorio, con una storia di nascita, sviluppo, tramonto e infine trasferimento o liquidazione. Il bello di questo libro, a parte le numerose immagini d'epoca o attuali, è che le storie sono raccontate dagli stessi protagonisti, ex proprietari o dipendenti, e sono quindi frutto di testimonianze dirette, originali e umane, presentate spesso sotto forma di intervista o di semplice chiacchierata, con un piacevole stile giornalistico. Credo che tanti lettori, anche senza essere appassionati di archeologia industriale, potranno trovare in questo volume lo spunto per ricordare un prodotto, un marchio, un "carosello" o un antico sogno, come quello del famoso Gelosino, il piccolo registratore a nastro degli anni '60.

336 pagine con illustrazioni in b/n, cm 16 x 22, € 15,00, si può acquistare in qualche libreria di Milano oppure ordinare presso l'associazione QUATTRO, Viale Umbria 58, 20135 Milano (quattro@fastwebnet.it)

 

"Radiofonia d'epoca"

Le vicende della Radio in Italia nei primi anni '30 viste attraverso le cronache di una rivista specializzata

di Nando Pennone

Petitesondes 2010

 

Presento con molto piacere questo libretto, realizzato come un collage di articoli, considerazioni, immagini e scritti vari apparsi nei fascicoli della rivista La Radio negli anni 1932-1933. Gli argomenti trattati non hanno niente a che vedere con la tecnica, ma investono gli aspetti sociali, culturali e di costume di un periodo nel quale la Radio cominciava ad assumere un ruolo fondamentale nel panorama della comunicazione di massa. E' interessante notare per esempio come fosse possibile, allora, sintonizzare le varie stazioni trasmittenti europee con l'apparecchio di casa, per poter godere di concerti o trasmissioni di intrattenimento trasmessi in diretta in un melting pot di lingue e culture, che purtroppo cesserà di esistere con la guerra, il sovraffollamento delle bande, l'avvento dell'FM e della televisione.

Ho curato personalmente l'aspetto grafico del volumetto, che spero sarà gradito a molti appassionati, non solo di radio. (L.M. 10/2010)

80 pagine, cm 15 x 23,  € 12,49, ordinabile presso Petitesondes.net

 

"Utility Parade"

Conoscere e ricevere le stazioni radio UTE

A cura di Fiorenzo Repetto

AIR - Associazione Italiana di Radioascolto - luglio 2010

(72 pagine a colori, cm 18.9 x 24.6)

 

Scritto da un esperto SWL, BCL e UTE, ossia ascoltatore della Radio in ogni sua manifestazione, questo libro nasce da una serie di articoli apparsi sulla rivista Radiorama (da non confondere con l'omonima rivista tecnica della SRE), dedicati appunto alle tecniche per la ricezione, la decodifica e il riconoscimento di tutte le stazioni radio che operano nel settore dell'utilità (strumenti per la navigazione, meteo, torri di controllo, le vecchie telescriventi delle agenzie di stampa eccetera). Pur non essendo un appassionato di radioascolto ho trovato questo libro affascinante, soprattutto perché spiega in modo chiaro e rigoroso, con numerosi esempi, i segreti di questo mondo interessante e quanto mai vivo.

Il libro può essere acquistato in versione cartacea a € 11,89, o come ebook alla modica cifra di € 1,22, presso Lulu.com

"Museo della Radio d'Epoca"

Cison di Valmarino - Mosè Edizioni 2008

Collezione donata da Rino Venezian. Testi di Mosè Battocchio, Alessandro Battocchio, Lizio Brandalise.

 

Il volume illustra il Museo della Radio d'Epoca allestito presso l'edificio "La Loggia" in Cison di Valmarino (TV). La straordinaria ricchezza di questa collezione è dovuta alla passione di Rino Venezian, recentemente scomparso, grande cultore di elettronica e storia della tecnica, e a Lizio Brandalise, che ha integrato l'esposizione mettendo a disposizione molti dei suoi pezzi, specie i più rari e antichi.

Il libro non si limita a presentare la collezione, ma costituisce di per sé un volume completo, di piacevole lettura, sulla storia della Radio, con testi interessanti e immagini accattivanti prese da archivi storici, riviste, collezioni fotografiche. L'edizione è come sempre molto accurata, secondo lo stile dell'Editore.

 

pp. 158, €10,00 (per ordinarlo scrivere a Lizio Brandalise)

 

"Vi presento la Radio a Valvole"

di Carlo Bramanti - Sandit 2008

 

Ho sempre seguito volentieri gli articoli e le note di Bramanti, fin dai tempi dei primi Bollettini-Notiziari dell'AIRE. Lo stile è conciso, i concetti non sono mai banali, le idee sono spesso originali.

Questo piccolo libro non  fa eccezione. In circa 75 pagine molto illustrate, di facile lettura, il mondo della radio a valvole viene mostrato quasi come in una presentazione "Power-Point", attraverso una serie di schede tematiche che spaziano dai concetti fondamentali fino ad alcuni argomenti specialistici. Sta poi al lettore decidere quali parti approfondire o su quali argomenti meditare a fondo.

Molto interessanti il capitolo sui circuiti speciali e quello dedicato alla fotografia.

Credo che sia un'ottima lettura per una sera, adatta ai neofiti e agli esperti (o sedicenti tali...).

 

pp. 76, € 10,00 ordinabile presso Sandit Market

 

"E poi venne la Radio. Radio Orario (1925-1929)"

Di Autori Vari, con 3 CD-ROM - RAI-ERI 1999

Sebbene con un forte ritardo rispetto alla sua uscita, voglio segnalare quest'opera enorme offerta dalla sezione "Teche" della RAI, di cui sono venuto in possesso grazie ad un caro amico, uno degli autori del libro. Il libro accompagna e commenta la riproduzione su CD-ROM di tutta la serie del settimanale "Radio Orario", il predecessore del Radiocorriere. Il primo numero di sole 24 pagine uscì il 18 gennaio del 1925, pochi mesi dopo l'avvio delle trasmissioni italiane da parte dell'URI (poi EIAR, in seguito RAI), "collo scopo di fornire i programmi delle Stazioni Italiane e delle Stazioni Europee, trasmettitrici di radiodiffusioni circolari che possono essere udite in Italia", secondo quanto dichiarato sulla copertina. In quel periodo gli abbonati italiani erano poche migliaia, ed insomma la Radio era ancora un fenomeno per pochi eletti, dotati di mezzi e competenze non comuni (i cosiddetti radio-amatori). Gli ultimi numeri del Radio Orario, usciti alla fine del 1929, erano dei fascicoli di oltre 130 pagine con copertina a colori, ricchi di illustrazioni, pagine pubblicitarie e articoli firmati da penne illustri, a significare l'importanza raggiunta dal mezzo radiofonico nella strategia delle comunicazioni di massa. Insomma, a sfogliare le oltre 5000 pagine riprodotte sui tre cd-rom si ha l'impressione di ripercorrere il cammino della radiodiffusione dalla nascita alla piena maturità. Oltre ai programmi, la rivista contiene numerose pagine tecniche sui trasmettitori e sui ricevitori, indicazioni e consigli sull'installazione delle antenne, sull'utilizzo delle novità tecniche che via via si affacciavano sul mercato, pubblicità di apparecchi, valvole e altri prodotti di consumo. Per chi ama l'indagine socio-culturale, poi, i fascicoli del Radio Orario sono una vera miniera di dati riguardanti l'attività teatrale, concertistica e operistica, di immagini ed interviste a personaggi illustri della politica, dello spettacolo e dello sport, di articoli sul costume e sulle abitudini degli italiani in quei primi anni di regime.

Tutti questi aspetti sono evidenziati e approfonditi nei dieci piacevolissimi saggi che compongono il libro che accompagna i CD. L'opera è ancora disponibile in molte librerie, e su internet nel sito Bol.com al prezzo di 19,60 euro. (L.M. 11/03)

"Radio d'Epoca da Collezione"

In edicola: dispense e modellini in scala di apparecchi radio - Fabbri Editori

Ottobre 2003. Esce in edicola il primo fascicolo di una serie dedicata alla radio degli anni d'oro, dal 1920 al 1950. Ad ogni dispensa quindicinale è allegato il modellino in scala di un apparecchio famoso. Si comincia col famoso "coda di pavone" della Philips, ma è prevista (secondo il piano dell'opera) una lunga serie di modelli europei ed americani. Il primo si è rivelato piuttosto ben fatto, con qualche dettaglio anche raffinato, come l'imitazione dell'"arborite" Philips. La dispensa allegata è costituita di due parti: un fascicolo con numerazione progressiva che sviluppa la storia della radio e diventerà un volume a sé stante, e una scheda dettagliata sul modello allegato, con foto originali, dati tecnici e curiosità. Per inciso, le radio allegate alla dispensa sono funzionanti (AM/FM). Per informazioni: http://www.edicolafabbri.it

"Segnali sotto e sopra l'Atlantico"

di Franco Soresini. Stampato a cura dell'AIRE (C.Dalla Pozza, C.Pria), 2001 - 80 pagine, ill.

Segnaliamo con piacere un libro ben scritto, ben illustrato e stampato con grande cura. Franco Soresini delinea in pochi tratti la storia avventurosa di due grandi vicende della tecnologia: la posa dei primi cavi sottomarini per le comunicazioni transatlantiche, e la famosa prima trasmissione radiotelegrafica transatlantica di Marconi. Le illustrazioni sono riprodotte con cura da incisori, con stile omogeneo e su carta di buona qualità. Il libro può essere ordinato direttamente all'AIRE.

"Radioricevitori a cristallo"

Di Giancarmelo Moroni. Ed. Il Rostro, 2001 - 141pp, ill.

Una carrellata di progetti originali apparsi su riviste degli anni '30, tra cui L'antenna, La Radio per tutti, ecc. Gli articoli trattano di rivelatori a cristallo, galena, zincite, carborundum, e affrontano i temi più comuni, tra cui la realizzazione di apparecchi semplici e sofisticati, di bobine a fondo di paniere, di antenne di vario tipo. Il tutto "di prima mano", direttamente dalle riviste d'epoca. Le illustrazioni sono riprodotte direttamente dagli originali, mentre il testo è ristampato con una certa cura.

"Breve Storia della Radio"

Di Franco Soresini. Il Rostro, 2001 - 126pp, ill.

Si tratta di una riedizione di un famosissimo libro di Soresini del 1976, citato in tante bibliografie. Il testo è, nello stile di Soresini, scarno, essenziale, preciso e ben documentato. Il libro contiene tutti i riferimenti utili per datare gli avvenimenti che hanno segnato la storia della radio, dai primi esperimenti fino all'avvento del transistor. Purtroppo la stampa delle illustrazioni lascia molto a desiderare, tanto che spesso sono indecifrabili. Peccato!

"Radioricevitori d'epoca 1882-1970"

Di Primo Boselli. Ed. Medicea, 1993 - 322pp, ill.

"Il Museo della Radio (The Radio collector)"

Di Primo Boselli. Ed. Medicea, 2001 - 350pp, ill.

Questi due libri, quasi uguali, trattano la storia della radio "per immagini". Apparentemente uno è derivato dall'altro, con piccole aggiunte ed una sorta di traduzione in inglese, non sempre all'altezza. Le immagini sono stampate talmente male da essere spesso illeggibili; le schede di accompagnamento, pur riportando tante informazioni utili e interessanti, spesso contengono errori macroscopici che infondono un senso di inaffidabilità all'insieme. Insomma, si potevano fare molto meglio.

 

I CD di OLDRADIOLAND

16/06/02 - Il sito OldRadioland, già segnalato nella nostra pagina dei link, si presenta in questi giorni con due CD-ROM interessanti per gli appassionati di radio d'epoca: uno è dedicato alla Philips, ed in particolare alla produzione radio del periodo 1925-1940; l'altro invece riproduce il primo numero della rivista inglese Television, datato marzo 1928.

Entrambi i CD sono realizzati in HTML, e quindi sono visualizzabili per mezzo di un comune browser internet. In particolare il volume dedicato alla Philips, molto ricco di dati, appare come una pagina con un frame che contiene l'indice generale, da cui si parte per la consultazione. Vi si trova un ricchissimo schemario (se ho contato bene sono oltre 400 schemi tra radio ed altri apparecchi), note tecniche, opuscoli, ed un piacevole album fotografico.

La consultazione è facile, mentre non è semplicissima la stampa dei documenti, come spesso capita con le pagine html. Un'altra funzione di cui si sente un po' la mancanza è un motore di ricerca globale, che potrebbe risultare utile nel caso di ricerche partenti da dati incompleti, come spesso avviene nel mondo della radio d'epoca.

Il CD Television, invece, riporta la riproduzione completa di una rivista storica (marzo 1928), dedicata agli "Interessi ed al progresso della scienza della visione a distanza con o senza fili". Sono oltre 50 pagine ricche di articoli e di pubblicità, di grande interesse per l'appassionato di materiale documentale.

Tutte le scansioni sono di ottima qualità in entrambi i cd, mentre sono forse migliorabili le foto realizzate dall'autore.

In definitiva entrambi i volumi valgono decisamente il costo di acquisto (10 euro ciascuno).

Per acquisti o ulteriori informazioni, rivolgersi direttamente all'autore presso il sito OldRadioland già citato. (L.M.)

Torna alla Pagina Principale