Le Radio di Sophie

 

Freaks Gallery

 

Foto di radio o televisori che hanno subito una trasformazione imprevista - Siete tutti invitati a contribuire!

 


 
Radiomarelli RD198 (1958). Ecco come era. Le immagini di sinistra mostrano una elaborazione accurata e fantasiosa: via tutta la parte di sotto, sistemazione del mobile, ecco un bellissimo giradischi da tavolo.
  Questa parla da sola. Notare l'accuratezza dell'inserto. 
 
 

Ecco un oggetto di design del '900 italiano (Savigliano mod. DI Super 7 del 1933) trasformato in contenitore per un telaio tipo Geloso degli anni '40. Lo stesso Giuseppe Verdi della locandina pubblicitaria appare alquanto perplesso, forse un tantino disgustato.

Forse qualcuno è in grado di riconoscere il mobile anni '30 dentro cui è stato inserito questo ricevitore AM/FM degli anni '50(Telefunken?)

Per il resto: no comment.

Una Philips 461/38 del 1937 trasformata in alloggiamento per autoradio-mangianastri. L'altoparlante è stato "messo in salvo" dall'attuale proprietario del cimelio, Marco Gilardetti che ci ha mandato queste foto.
L'artefice della trasformazione ha fatto un lavoro accurato, inserendo anche una bella antenna a stilo per ben ricevere l'FM. Aggiungiamo una nota: queste radio avevano lo chassis da cui si potevano ricavare molti pezzi per costruire o riparare la Radiorurale Philips. Questo spiega il numero di mobili vuoti che si sono trovati in giro negli anni '90, e scagiona parzialmente l'autore di questo freak.
Di questa Mivar UCM614 resta giusto il telaio, ma qualcuno d'ingegno è riuscito a utilizzarlo per far accenndere le lucine di Natale (ingrandite l'immagine per vederle). Foto di Marco Gilardetti
Un ex giradischi a valigetta degli anni '60 riciclato abilmente (si fa per dire) a console per le luci di un presepe, con tanto di interruttori, prese e intermittenze. Cliccare sull'immagine per poter leggere le etichette. Complimenti al nonno industrioso.

Qui un'altra foto. Qualcuno forse riesce a risalire alla marca. 
Non so se il moblie della radio sia originale, ma la trasformazione con carillon rotante e danzante mi pare sufficientemente freak.

Buone feste a tutti! (Natale 2019)
Questa trasformazione di una Mivar Egadi è difficilmente perdonabile, anche se cerca di aggraziare il tutto col marchio recuperato e appiccicato sopra. Ecco l'originale:
 
(foto di Andrea Madeddu)
Esposta a un museo di presepi di Calolzio.
  Una Magnadyne sicuramente, forse SV85, trasformata in un classico presepe con tanto di stella. Quale posto più caldo e accogliente di una vecchia radio a valvole si poteva scegliere per la Natività? Ringraziamo Lorenzo Tondello per l'immagine. (Natale 2020)
  Una "buona" idea per trasformare un vecchio televisore B/N ormai sbiadito in un quadro dai bei colori, anche se con poco movimento, lasciando "quasi" intatto il mobile. Si trattava di un bellissimo Geloso (forse GTV957 che veniva venduto anche come solo telaio), assemblato in un mobile radio-tv-giradischi-bar come si usava nel 1956, per chi poteva permetterselo. In uno sportellino laterale si trova la radio G114U. Foto2 - Foto3 - Foto4

Queste foto le ho scaricate da una pagina Facebook che non trovo più. Prego l'autore-proprietario di contattarmi per poter aggiungere i suoi crediti o se non gradisce la condivisione (L.M.) 
  Visto che siamo in tema di televisori a immagine fissa (come quello di sopra), eccone un altro. Si tratta sempre di un Geloso, questa volta GTV1032, svuotato e trasformato in elegante mobile bar. Ma funzionavano tanto male questi Geloso da meritare queste sevizie? Una nota: almeno l'immagine che mostra è tridimensionale.
(Foto di Michele Poddesu)
  

Pagina principale